Il medico deve pagare l’IRAP?

38591346 - close up view of f24 form for italian taxes,the word irap and an electronic calculator (3d render)

Le associazioni professionali, gli studi associati e i soggetti organizzati in società semplici che svolgono attività mediche sono assoggettate al pagamento dell’IRAP.

La recente sentenza 14 aprile 2016, ha enunciato il principio di diritto secondo cui quando l’attività è esercitata dalle società e dagli enti, che siano soggetti passivi dell’imposta, comprese quindi le società semplici e le associazioni senza personalità giuridica costituite fra persone fisiche per l’esercizio dell’attività di medico, odontoiatra e psicologo, costituisce ex  lege , in ogni caso, presupposto d’imposta.

Tale chiarimento è arrivato in seguito al quesito posto al Governo in materia di assoggettamento ad IRAP delle associazioni professionali, degli studi associati e delle società semplici esercenti attività di lavoro autonomo.

L’incertezza è nata in seguito a una sentenza del 2016 secondo cui i soggetti appena citati, non avrebbero dovuto obbligatoriamente versare l’IRAP.

Dal punto di vista legislativo, un simile quesito non avrebbe avuto fondamento in quanto l’art. 2 D.Lgs. n. 446/1997 nel dettare la disciplina del presupposto impositivo del tributo in parola, dispone che «l’attività esercitata dalle società e dagli enti, compresi gli organi e le amministrazioni dello Stato, costituisce in ogni caso presupposto d’imposta».

In sintesi sono soggetti passivi d’imposta:

a) le società e gli enti

b) le società in nome collettivo, società in accomandita semplice nonché le persone fisiche esercenti attività commerciali

c) le persone fisiche, le società semplici esercenti arti e professioni