,

2017: Deducibilità integrale delle spese di aggiornamento

Il 2017 sarà il primo anno in cui le spese per l’aggiornamento professionale saranno completamente deducibili.

Il 14 giugno scorso è entrata in vigore la sezione del Jobs act autonomi e tra le novità più importanti si trovano le novità legate alle spese di formazione, di vitto e di alloggio.

Fino ad oggi, le spese per la formazione professionale erano deducibili nella misura del 50% e tale opzione era riferita esclusivamente a spese di partecipazione a convegni, congressi e simili o a corsi di aggiornamento professionale.

Con la nuova normativa invece, si rendono integralmente deducibili le spese per l’iscrizione a master e a corsi di formazione o aggiornamento professionale nonché le spese di iscrizione a convegni e congressi entro un limite annuo di 10.000 €.  Nel testo finale sono state comprese nel tetto dei 10.000 € anche le spese di viaggio e soggiorno sostenute per la partecipazione ai sopracitati eventi.

Nel testo della medesima legge sono affrontati anche temi come gli interventi di protezione sociale delle professioni ordinistiche, la partecipazione ai bandi pubblici, il diritto all’accesso ai fondi europei ma anche le spese di vitto e alloggio sostenute dal professionista nell’esecuzione di un incarico conferito, la semplificazione della sicurezza sul lavoro degli studi professionali ed il ripristino delle tariffe professionali in certi ambiti. Per la maggior parte di questi argomenti però, sarà comunque necessario attendere nuovi tavoli tecnici e nuovi decreti legislativi.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *